l'AltrascuolA Unicobas
Sede Nazionale: V. Tuscolana, 9 00182 Roma
Tel., segr., fax: 06 70302626 (4 linee)
http:/www.unicobas.it
________________________________________________________________________________

LA NUOVA RIFORMA PER IL RECLUTAMENTO DEI DOCENTI : UN'ASSURDITA'!

(bozza decreto in applicazione dell'art.5 della legge 53/2003)

Dopo i " pasticciacci" di questi giorni con le immissioni in ruolo e gli incarichi a tempo determinato (graduatorie sbagliate per tre,quattro volte), arriva il boomerang della riforma di reclutamento dei docenti, ormai considerati da tutti e soprattutto da questo governo, lavoratori di serie B.

Poveri insegnanti, costretti a fare file interminabili ai C.S.A., di circa 5-6 ore per ottenere un contratto che permetterà loro di "campare" ancora per un altro anno.

Ritornando al nuovo reclutamento, la formazione iniziale dei docenti di qualunque ordine e grado di scuola, si conseguirà presso le Università, frequentando i corsi di laurea specialistica e i corsi accademici di 2^ livello preordinate all'acquisizione delle competenze disciplinari, pedagogiche, didattiche, organizzative, relazionali e comunicative, riflessive sulle pratiche didattiche, che caratterizzano il profilo culturale e professionale del docente.

La laurea specialistica ed i diplomi accademici di secondo livello abilitano all'insegnamento nella scuola dell'infanzia, nella scuola primaria e, nella scuola secondaria di primo grado e nel secondo ciclo.

L'accesso ai corsi di laurea specialistica sarà a numero chiuso e l'abilitazione si conseguirà a seguito di un esame finale che comprenderà una prova didattica e la discussione di una tesi. Dopodiché il futuro docente potrà iscriversi ad un albo regionale presso l'Ufficio Scolastico. Svolgeranno, inoltre, un biennio di praticantato (tirocinio) presso le scuole, con la supervisione di un tutor; alla fine del biennio, il tirocinante discuterà una relazione sull'esperienza svolta davanti ad una commissione di valutazione della scuola. Se il giudizio sarà positivo, verrà assunto in ruolo con il vincolo di rimanere nella scuola per almeno 3 anni.

Tutto questo iter burocratico pazzesco, per convincere i futuri insegnanti a cambiare mestiere oppure ad accettare un percorso lungo, massacrante e psicologicamente complicato.

Prima che entri in vigore il futuro reclutamento, le graduatorie degli idonei dei concorsi a posti e cattedre per esami e titoli e le graduatorie permanenti del personale docente di cui alla legge n.124/99, vengono trasformate in graduatorie ad esaurimento ed utilizzate per le assunzioni secondo le seguenti modalità :

  1. il 25% ai posti di accesso ai corsi di laurea specialistica ed ai corsi accademici di 2^ livello;
  2. il 25% agli idonei dei concorsi a posti e cattedre per esami e titoli;
  3. il 50% agli iscritti nelle graduatorie permanenti.

  4. Gli insegnanti abilitati nei corsi di laurea di scienze della formazione primaria, nei corsi di specializzazione all'insegnamento della scuola secondaria e nei corsi di didattica della musica sono inseriti a domanda, nelle graduatorie degli idonei dei concorsi a posti e cattedre per esami e titoli.

    Ma se le graduatorie permanenti sono iper-sature, come saranno esaurite? Misteri ministeriali!!.

    Continua la confusione, continua il trattamento indecente verso i docenti precari alla ricerca almeno di un posto a tempo determinato, dato che a tempo indeterminato è diventato solo un piacevole sogno.

    10 settembre '04