CONTRATTO SCUOLA: 

QUANDO ARRIVANO I SOLDI 

(E STRUTTURA DEL CONTRATTO)

a cura della Segreteria Nazionale dell'Unicobas

ARRETRATI 2006 ARRETRATI 2006
DOCENTI*

*Per l' "aumento" medio dei docenti è stato preso ad esempio quello dell'insegnante di scuola media di primo grado nella fascia 15- 20

ATA*

*Per l' "aumento" medio degli ATA è stato preso ad esempio quello dell'assistente amministrativo nella fascia 15- 20

AUMENTO TABELLARE PENSIONABILE

(LA META' DI UNA SORTA DI INDENNITA' CONTRATTUALE CHE CHIAMANO "AUMENTO")

9 EURO MENSILI LORDI

(x 13 = 117 EURO ANNUI LORDI)

AUMENTO TABELLARE PENSIONABILE

(LA META' DI UNA SORTA DI INDENNITA' CONTRATTUALE CHE CHIAMANO "AUMENTO")

6,9 EURO MENSILI LORDI

(x 13 = 89,7 EURO ANNUI LORDI)

NON PENSIONABILE

"UNA TANTUM" PER "MANCATA APPLICAZIONE TUTOR 2005

3,95 EURO MENSILI LORDI

(x 13 = 51,46 EURO ANNUI LORDI)

NON PENSIONABILE

"UNA TANTUM" DA "ECONOMIE E CONTENIMENTO SPESE" (LEGGASI: MANCATE ASSUNZIONI E MANCATA NOMINA SOSTITUTI, CON INCREMENTO DEI CARICHI DI LAVORO PER I PRESENTI), DISTRIBUITA SOLO PROPORZIONALMENTE ALLA DURATA DEL SERVIZIO PRESTATO NELL'ANNO (DECURTATA QUINDI IN RAGIONE DELLE ASSENZE PER MALATTIA)

13,25 EURO MENSILI LORDI

(x 13 = 172,32 EURO ANNUI LORDI)

NON PENSIONABILE

INCREMENTO RPD 

EURO LORDI MENSILI 11,35 

(SOLO x 12 MENSILITA' = 136,2 EURO ANNUI LORDI)

NON PENSIONABILE

INCREMENTO CIA 

EURO LORDI MENSILI 11 

(SOLO x 12 MENSILITA' = 132 EURO ANNUI LORDI)

TOT. 304,55 EURO LORDI TOT. 394,02 EURO LORDI
TASSAZIONE AL 39,7% = 120,9 TASSAZIONE 39,7 = 156,42
NETTO ANNUO AGGIUNTIVO

EURO 183,65

CORRISPOSTO COME ARRETRATO A GENNAIO 2008

NETTO ANNUO AGGIUNTIVO

EURO 237,6

CORRISPOSTO COME ARRETRATO A GENNAIO 2008

ARRETRATI 2007 ARRETRATI 2007
DOCENTI* ATA*
PRIMA TRANCHE AUMENTO TABELLARE PENSIONABILE PER IL 2007

37,15 EURO LORDI

(SI RICAVA SOTTRAENDO DA QUANTO INDICATO NELLA TABELLA DEL CONTRATTO i 9 EURO DELL'AUMENTO DELL'ANNO PRECEDENTE, IN QUANTO "ASSORBITI" NELLA NUOVA TABELLA).

SE SI CONSIDERANO GLI AUMENTI TABELLARI PRECEDENTI, ABBIAMO EURO 46,15 LORDI.

(x 13 = 599,95 EURO LORDI ANNUI)

PRIMA TRANCHE AUMENTO TABELLARE PENSIONABILE PER IL 2007

28,47 EURO LORDI

(SI RICAVA SOTTRAENDO DA QUANTO INDICATO NELLA TABELLA DEL CONTRATTO i 6,9 EURO - DELL'AUMENTO DELL'ANNO PRECEDENTE, IN QUANTO "ASSORBITI" NELLA NUOVA TABELLA)

SE SI CONSIDERANO GLI AUMENTI TABELLARI PRECEDENTI, ABBIAMO EURO 35,37 LORDI

(x 13 = 459,81 EURO LORDI ANNUI)

NON PENSIONABILE

"UNA TANTUM" DA "ECONOMIE E CONTENIMENTO SPESE" (LEGGASI: MANCATE ASSUNZIONI E MANCATA NOMINA SOSTITUTI, CON INCREMENTO DEI CARICHI DI LAVORO PER I PRESENTI), DISTRIBUITA SOLO PROPORZIONALMENTE ALLA DURATA DEL SERVIZIO PRESTATO NELL'ANNO (DECURTATA QUINDI IN RAGIONE DELLE ASSENZE PER MALATTIA)

13,25 EURO MENSILI LORDI

(x 13 = 172,32 EURO ANNUI LORDI)

NON PENSIONABILE 

INCREMENTO RPD 

EURO LORDI MENSILI 11,35 

(SOLO x 12 MENSILITA' = 136,2 EURO ANNUI LORDI)

NON PENSIONABILE

INCREMENTO CIA 

EURO LORDI MENSILI 11 

(SOLO x 12 MENSILITA' = 132 EURO ANNUI LORDI)

TOT. 736,15 EURO LORDI TOT. 764,13 EURO LORDI
TASSAZIONE AL 39,7% = 292,25 TASSAZIONE AL 39,7% = 303,35
NETTO ANNUO AGGIUNTIVO

EURO 443,9

CORRISPOSTO COME ARRETRATO DAL GENNAIO AL DICEMBRE 2008

NETTO ANNUO AGGIUNTIVO

EURO 460,78

CORRISPOSTO COME ARRETRATO DAL GENNAIO AL DICEMBRE 2008

STRASCICHI RELATIVI AGLI INCREMENTI DEL BIENNIO 2006 / 2007 DA CORRISPONDERE NEL 2008

(per ora virtuali, perché non contenuti nella Legge Finanziaria in via di approvazione)

STRASCICHI RELATIVI AGLI INCREMENTI DEL BIENNIO 2006 / 2007 DA CORRISPONDERE NEL 2008

(per ora virtuali, perché non contenuti nella Legge Finanziaria in via di approvazione)

DOCENTI* ATA*
SECONDA TRANCHE AUMENTO TABELLARE PENSIONABILE PER IL 2007

54,22 EURO LORDI

(SI RICAVA SOTTRAENDO DA QUANTO INDICATO NELLA TABELLA DEL CONTRATTO i 46,15 EURO DELL'AUMENTO DELL'ANNO PRECEDENTE, IN QUANTO "ASSORBITI" NELLA NUOVA TABELLA).

SE SI CONSIDERANO GLI AUMENTI TABELLARI PRECEDENTI, IL TOTALE IN BUSTA PAGA SARA' DI EURO 100,37 LORDI 

(x 13 = 1304,81 EURO LORDI ANNUI).

SECONDA TRANCHE AUMENTO TABELLARE PENSIONABILE PER IL 2007

41,56 EURO LORDI

(SI RICAVA SOTTRAENDO DA QUANTO INDICATO NELLA TABELLA DEL CONTRATTO i 35,37 EURO DELL'AUMENTO DELL'ANNO PRECEDENTE, IN QUANTO "ASSORBITI" NELLA NUOVA TABELLA).

SE SI CONSIDERANO GLI AUMENTI TABELLARI PRECEDENTI, IL TOTALE IN BUSTA PAGA SARA' DI EURO 108 LORDI (x 13 = 1000,09 EURO LORDI ANNUI).

TOT. 1304,81 EURO LORDI TOT. 1000,09 EURO LORDI
TASSAZIONE AL 39,7% = 478,86 TASSAZIONE AL 39,7% = 397,03
RESTO DEL NETTO ANNUO AGGIUNTIVO PER IL 2007 = EURO 825,95

(CON VALENZA PIENA DAL DICEMBRE 2008)

RESTO DEL NETTO ANNUO AGGIUNTIVO PER IL 2007 = EURO 550,65

(CON VALENZA PIENA DAL DICEMBRE 2008)

TOTALE GENERALE SOMME CORRISPOSTE CON IL CONTRATTO PER IL BIENNIO 2007 / 2008

EURO LORDI 2345,51

TOTALE GENERALE SOMME CORRISPOSTE CON IL CONTRATTO PER IL BIENNIO 2007 / 2008

EURO LORDI 2158,24

TASSAZIONE 39,7% = 931,16 TASSAZIONE 39,7% = 856,82
NETTO COMPLESSIVO PER IL BIENNIO 2006 / 2007 = EURO 1414,35 NETTO COMPLESSIVO PER IL BIENNIO 2006 / 2007 = EURO 1301,42
EURO 1414,35 : 26 MENSILITA' DI VIGENZA CONTRATTUALE = EURO 54,39 per stipendio (tredicesime comprese), IN PARTE NON PENSIONABILI EURO 1381,02 : 26 MENSILITA' DI VIGENZA CONTRATTUALE = EURO 50,05 per stipendio (tredicesime comprese), IN PARTE NON PENSIONABILI
TOTALE DEL PENSIONABILE TABELLARE LORDO: EURO 2021,76 TOTALE DEL PENSIONABILE TABELLARE LORDO: EURO 1549,6
TASSE AL 39.7% = 802,64 TASSE AL 39.7% = 615,19
AUMENTO PENSIONABILE NETTO = 1219,12 : 26 = 46,89 (AUMENTO MENSILE SPALMATO SUGLI ANNI 2006 / 2007, PIU' DELLA META' DEL QUALE NON E' CONTEMPLATO DALLA LEGGE FINANZIARIA IN DISCUSSIONE) AUMENTO PENSIONABILE NETTO = 934,41 : 26 = 35,94 (AUMENTO MENSILE SPALMATO SUGLI ANNI 2006 / 2007, META' DEL QUALE NON E' CONTEMPLATO DALLA LEGGE FINANZIARIA IN DISCUSSIONE)

Alla fine si è giunti alla bella pensata: per questo contratto la scuola dovrebbe scioperare con CGIL, CISL, UIL & C. e regalare all'amministrazione una giornata retributiva.

A questo punto i colleghi devono rendersi conto che aderire allo sciopero-farsa di sabato 27 ottobre (lavora solo il 20% della categoria) indetto dai sindacati concertativi significa dare ancora credibilità a chi da oltre 20 anni non fa altro che firmare accordi al ribasso delegittimando, anche socialmente, l'attività professionale dei lavoratori della scuola; significa sostenere un accordo che prepara per il prossimo futuro quei sistemi di valutazione esterna da semprecombattuti dall'UNIcobas perché strumenti di tipo aziendalistico che nulla hanno a che spartire con una comunità educante (artt. 24 e 62); significa aprire le porte ad una presenza sempre più ingombrante di soggetti esterni all'attività didattica e pedagogica (art.26); significa legittimare chi, ancora una volta, con una protervia degna dei peggiori spiriti liberticidi, nega il diritto d'assemblea alle organizzazioni non firmatarie, alle singole RSU ed implicitamente agli stessi lavoratori, non più liberi di scegliere; significa dire si ad un contratto che renderà più difficile anche la possibilità d'incassare la vacanza contrattuale (art. 1, comma 5); significa ratificare un accordo con un evidente peggioramento delle condizioni economiche nella scuola pubblica. La cosa più grave è infatti che ci hanno rubato un anno intero, il 2006 (8 euro di "aumento" lordo mensile) e che per il 2008 si apprestano a fare altrettanto. Come se ciò non bastasse l'articolo 149 introduce una CLAUSOLA DI SALVAGUARDIA PER IL GOVERNO ove viene sottoscritto che qualora venissero "certi

cati maggiori oneri contrattuali rispetto a quelli previsti, le parti si incontrano allo scopo di concordare la proroga dell'ef

cacia temporale del contratto ovvero la sospensione, totale o parziale, dello stesso". Si pongono quindi le premesse perché lo scippo continui e si vada verso la triennalizzazione (o magari la quadriennalizzazione) del contratto. Previste inoltre un'una tantum di 51,46 (!) euro lordi per i docenti e di 334,65 euro lordi per gli ATA (ma in proporzione al servizio prestato nel biennio 2006-2007).

Dal punto di vista normativo questo contratto è una bomba ad orologeria, nel senso che i sottoscrittori si concedono una delega per contrattare a breve tutta la parte che riguarda la gerarchizzazione meritocratica tra lavoratori ed istituti prevista dal memorandum sulla scuola del 27 giugno (vedi unicobas notizie n° 5) e comunque, scorrendo gli articoli, si scopre che qualche puntello in tal senso è già stato introdotto nel testo. De

nire bidone un contratto del genere è poco, in realtà si tratta di un furto aggravato ai danni dei lavoratori consumato da CGIL, CISL, UIL, SNALS e GILDA.

Il vero sciopero a favore della scuola pubblica è quello GENERALE di venerdì 9 novembre indetto

dall'UNIcobas insieme agli altri sindacati di base per la scuola e contro la truffa sulle pensioni: CGIL, CISL e UIL hanno anche dato delega in bianco al ministro dell'economia per la modifica dei coefficienti

per un contratto vero che ci porti ai livelli europei ed il pagamento integrale di tutti gli arretrati dal 2006;

per il mantenimento del contratto biennale e adeguati investimenti in Finanziaria per il biennio contrattuale 2008-2009;

contro i tagli alla scuola nella Finanziaria che taglieranno 30.000 posti di lavoro e ridurranno ai minimi termini il sostegno;

per organici e finanziamenti alle scuole che garantiscano la qualità dell'attività didattica ed amministrativa;

per l'assunzione dei precari, docenti ed ata su tutti i posti disponibili;

per un vero Tempo Pieno per tutte le famiglie che lo richiedono;

per dire NO alla scuola-azienda;

per il riconoscimento dei diritti degli ATA ex enti locali;

contro il Protocollo del 23 luglio, stipulato tra governo e Cgil-Cisl-Uil, che taglia le pensioni e rende permanente la precarietà;

per la redistribuzione del reddito, la difesa ed il rilancio del sistema previdenziale pubblico e dello stato sociale (scuola, sanità, casa, trasporti,ecc...), l'aggancio delle pensioni e degli stipendi alle dinamiche inflattive e retributive, nonché per il taglio drastico delle spese militari.

MANIFESTAZIONE UNITARIA DEL SINDACALISMO DI BASE A ROMA, P.ZZA ESEDRA, 9 NOVEMBRE, h. 9.30