Confederazione Italiana di Base  Unicobas
Segreteria Nazionale
V. Tuscolana, 9 00182 Roma. Tel., segr. e fax: 06 7026630 70302626
7027683. Conto corrente postale 40899007. Codice Fiscale 97078780588

COMUNICATO STAMPA 19.2.2009

PIENA SOLIDARIETA' CON L'ANTIRAZZISTA ANTONIO PEDACE


La sera del 24 agosto 2008, Antonio Pedace si trovava casualmente nella stazione di Siracusa di ritorno dalle vacanze. Mentre stava prendendo il treno, Antonio è stato testimone di una concitata operazione di polizia volta ad identificare alcuni eritrei presenti nei vagoni, presumibilmente fuggiti da quel CIE/CPT di Cassibile poi travolto da un pesante scandalo sulle condizioni di vita dei migranti ivi ristretti.
Di fronte alle singolari modalità dell'intervento, Antonio ha semplicemente  invitato verbalmente la polizia a trattare gli immigrati come esseri umani. Solo per questa sua affermazione Antonio è stato subito arrestato ed ora è sottoposto a processo penale.
"Pasquale" Antonio Pedace è un dirigente nazionale di Socialismo Rivoluzionario, attivista dei diritti umani e antirazzista, con noi tra i promotori della manifestazione nazionale antirazzista del 4 ottobre a Roma e tra i fondatori dell'Associazione "3 Febbraio" e del coordinamento nazionale Stop Razzismo. Le accuse a suo carico paiono del tutto infondate, come risulta da varie testimonianze (rese anche alla stampa nazionale). Ciò che viene perseguito è piuttosto l'appello al rispetto della dignità umana, con cui Antonio ha giustamente rivendicato un fondamentale principio che accomuna universalmente tutte le persone.
Per questo, la Confederazione Italiana di Base Unicobas fa appello alle persone di buona volontà, agli antirazzisti, alle associazioni del volontariato, alle organizzazioni politiche e sindacali, affinché partecipino e mostrino coi fatti piena solidarietà ad Antonio, a cominciare dal presidio convocato a suo sostegno a Siracusa per mercoledì 18 febbraio. Occorre una vera e sana risposta collettiva per un Paese che ancora voglia definirsi civile.

MERCOLEDÌ 18 FEBBRAIO PRESIDIO A SIRACUSA alle ore 16:00, in Largo 25 luglio (di fronte al Tempio di Apollo). Venerdì 20 febbraio al Tribunale di Siracusa si terrà la seconda udienza del processo ad Antonio Pedace, chiamato a rispondere di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni, un capo d'accusa proditoriamente reintrodotto con il pacchetto sicurezza, già depenalizzato per la possibilità di un uso disinvolto, strumentale e persecutorio da parte delle forze di polizia.

Stefano d'Errico (Segretario generale CIB Unicobas)