Nota del 25 agosto 2004 prot. n. 476

Anno scolastico 2004/2005 - Indicazioni operative in materia di supplenze del personale docente, educativo ed Ata.

Com'è noto l'art. 8/ter della legge n. 186/2004 - di conversione del decreto legge n. 136/2004 - dispone, tra l'altro, per l'a.s. 2004/2005, il differimento del termine del 31 luglio, di cui all'art. 4, commi 1 e 2 della legge n. 333/2004, al 25 agosto 2004.
In relazione a quanto sopra, dal 26 agosto p.v. l'individuazione e la nomina dei destinatari delle supplenze annuali e di quelle sino al termine delle attività didattiche, tramite lo scorrimento delle graduatorie permanenti, passerà nella competenza dei dirigenti scolastici.
Il conferimento delle supplenze da parte dei dirigenti scolastici dovrà avvenire, qualora si intenda utilizzare il Sistema informativo di questo Ministero, previa puntuale e attenta definizione e trasmissione al sistema stesso del quadro delle disponibilità residuate dopo le operazioni gestite da codesti Uffici, nonché a seguito di precisa individuazione degli aspiranti aventi titolo.
E' appena il caso di considerare che gli adempimenti relativi alla ricognizione dei posti e alla comunicazione degli stessi al Sistema informativo dovranno essere effettuati con ogni possibile urgenza attesi i tempi estremamente ristretti che si frappongono all'inizio dell'anno scolastico. Per maggiori ragguagli e precisazioni si richiama la nota tecnica predisposta dal gestore del Sistema informativo allegata alla presente comunicazione.
Ovviamente l'attivazione della citata funzione a cura del Sistema informativo non preclude la possibilità di continuare ad avvalersi di soluzioni di rilevazione di altro tipo (cartaceo, ecc.). In tale caso, resta inteso che tutte le operazioni di conferimento delle nomine dovranno, comunque, essere trasmesse al Sistema informativo perché possa disporsi di un quadro completo e preciso di tutte le fasi operative poste in essere.
Si confermano, per l'a.s. 2004/2005, per quanto compatibili, le disposizioni impartite con C.M. n. 82, prot n. 2103 del 19 luglio 2002 e con nota prot. n. 2067 del 23/7/2003 in materia di conferimento di supplenze al personale docente ed educativo da parte dei dirigenti scolastici.
In tale ottica, si richiamano alla particolare attenzione delle SS.LL. taluni punti significativi degli atti succitati:

l'individuazione delle "scuole di riferimento";
l'adozione delle procedure, dei criteri e delle modalità organizzative finalizzate al conferimento delle supplenze attraverso le citate "scuole di riferimento" e con l'eventuale supporto del Sistema informativo;
la possibilità da parte degli aspiranti di delegare alla scelta, oltre che persona di propria fiducia, il dirigente del Csa competente (delega che dopo il 25 agosto p.v. si intende riferita al o ai dirigenti scolastici che abbiano assunto la gestione della procedure);
la non applicabilità delle sanzioni previste dall'art. 8 del D.M. n. 201/2000, nei casi di rinuncia alla proposta di assunzione per supplenze conferite sulla base delle graduatorie permanenti.

Con l'occasione si ribadisce l'esigenza, tra l'altro richiamata anche negli anni decorsi, di dare priorità alle supplenze relative ai posti di sostegno da assegnare agli aspiranti in possesso del titolo di specializzazione; ciò tenuto conto delle particolari modalità di individuazione degli aventi titolo e di conferimento delle supplenze stesse, nonché della necessità di assicurare tempestivamente il sostegno agli allievi disabili.
In caso di esaurimento degli elenchi degli insegnanti di sostegno compresi nelle graduatorie permanenti, i posti eventualmente residuati saranno ricoperti dai dirigenti scolastici delle scuole ove esistono le disponibilità, ricorrendo agli elenchi tratti dalle graduatorie di circolo e di istituto. In assenza delle stesse (tuttora in corso di predisposizione per l'a.s. 2004/2005) dovranno essere utilizzate quelle relative all'anno scolastico precedente, instaurando rapporti di lavoro a carattere provvisorio "in attesa dell'avente titolo".
Qualora si esauriscano gli elenchi dei docenti di sostegno della scuola ove si verifica la disponibilità del posto, la scuola medesima procederà utilizzando gli elenchi delle altre scuole della provincia, secondo il criterio di viciniorità in base alle disposizioni di cui all'art. 7, comma 8 del D.M. n. 201/2000.
Qualora, infine, si renda necessario attribuire la supplenza ad aspiranti privi di titolo di specializzazione, i dirigenti scolastici individueranno gli interessati mediante lo scorrimento incrociato delle graduatorie d'istituto, in base ai medesimi criteri seguiti per la formazione degli elenchi di sostegno previsti dall'art. 11 del D.M. 4 giugno 2001 n. 103.
Per quanto concerne il personale Ata le SS.LL. utilizzeranno, ai fini del conferimento delle supplenze annuali e di quelle fino al termine delle attività didattiche, le graduatorie del concorso per soli titoli (24 mesi) predisposte per l'a.s. 2004/2005 ai sensi dell'art. 554 del D.L.vo n. 297/1994 e dell'O.M. 27/5/2002 n. 57 richiamata dalla C.M. n. 23 del 20 febbraio 2004.
Con l'occasione si ritiene opportuno precisare che per quel che concerne la sostituzione del Dsga, si applica quanto previsto dagli artt. 47 e 55 del C.C.N.L. 24 luglio 2003 e dal Contratto Integrativo Nazionale sulle utilizzazioni sottoscritto il 25 giugno 2004 e in particolare dall'art. 11/bis.
Anche per il personale Ata si conferma la possibilità per gli interessati di farsi rappresentare da proprio delegato in sede di conferimento della nomina, nonché la non applicabilità delle sanzioni di cui all'art. 7 del Regolamento delle supplenze (D.M. 13/12/2000. n. 430) in caso di rinuncia ad una proposta di assunzione o di mancata presa di servizio.
Si richiama, infine, la particolare attenzione delle SS.LL. sulla necessità che tutte le informazioni relative alle operazioni di conferimento delle supplenze (disponibilità dei posti, calendario, sedi delle convocazioni, ecc.), siano adeguatamente pubblicizzate attraverso tutti i canali di comunicazione e di informazione utilizzabili (pubblicazione all'albo, inserimento nel sito internet, comunicati stampa, ecc.) in modo che le relative procedure risultino il più possibile chiare e facilmente accessibili. Anche a tale riguardo, si raccomanda il puntuale adempimento di quanto indicato nella citata nota tecnica.
Il ricorso a tutte le possibili forme di pubblicità e divulgazione si rende ancor più necessario ove il conferimento delle supplenze, per avvenuto decorso del termine del 25 agosto, viene ulteriormente decentrato col passaggio ai dirigenti scolastici e l'attivazione delle "scuole di riferimento". In tal caso si raccomanda che la diffusione dell'informazione sia il più possibile agevolata con la pubblicazione dei calendari delle operazioni anche presso i Csa.
Per più puntuali ed analitiche indicazioni operative in materia di supplenze si fa rinvio alla nota tecnica predisposta dal Sistema informativo.

IL CAPO DIPARTIMENTO
Pasquale Capo

Nota del gestore del Sistema informativo allegata alla nota prot. n. 476 del 25 agosto 2004 dell'Ufficio III della Direzione Generale del Personale della Scuola - Avvio dell'anno scolastico 2004/2005 conferimento delle supplenze al personale docente ed educativo

1. Premessa
Scopo del presente documento, allegato alla nota prot. n. 476 del 25 agosto 2004 della Direzione Generale del Personale della Scuola - Uff. III, avente per oggetto "Anno scolastico 2004/2005 - Indicazioni operative in materia di supplenze del personale docente, educativo ed Ata", è quello di illustrare un procedimento standard di attivazione e coinvolgimento delle istituzioni scolastiche, alle quali è affidato il compito di proseguire la fase di reclutamento dei supplenti annuali e fino al termine delle attività didattiche, limitatamente al personale docente ed educativo, nell'ipotesi in cui gli Uffici non abbiano completato le relative operazioni entro il 25 agosto 2004.
A tali fini il modello organizzativo preso in esame è quello adottato all'inizio dell'a.s. 2002/2003 nella quasi totalità delle province italiane, in quanto soddisfacente le esigenze rappresentate dai dirigenti scolastici nel corso delle conferenze di servizio promosse a suo tempo dai direttori regionali, d'intesa con i responsabili dei Csa. Esso si basa sull'individuazione di una o più istituzioni scolastiche di riferimento a livello provinciale alle quali viene affidato l'incarico di organizzare e gestire, anche per conto delle altre scuole, le convocazioni degli aspiranti inclusi in una graduatoria provinciale o in un gruppo di graduatorie provinciali afferenti allo stesso ambito disciplinare; in tale sede vengono offerte, e quindi assegnate, tutte le possibili supplenze in ambito provinciale.
Nel seguito si descrivono sinteticamente l'iter procedurale e le modalità operative, i prodotti e gli strumenti disponibili, le modalità di utilizzo, i vincoli e le concatenazioni logiche e temporali.
Il contenuto del presente documento non è applicabile alle situazioni in cui il Csa riesca a completare tutte le operazioni di carattere provinciale entro il 25 agosto, compreso il conferimento delle supplenze annuali e fino al termine delle attività didattiche, nei limiti della graduatoria provinciale permanente. Rimane salvo l'aspetto riguardante la gestione delle graduatorie d'istituto ed il conferimento delle supplenze da parte dei dirigenti scolastici in base alle predette graduatorie.

2. Criteri di individuazione delle scuole di riferimento
Premesso che le scuole di riferimento dovranno svolgere le seguenti attività:

predisposizione dei locali idonei al ricevimento degli aspiranti convocati;
allestimento di una o più postazioni di lavoro per la consultazione dei dati di graduatoria e per l'aggiornamento dei posti occupati dagli aspiranti trattati;
gestione delle convocazioni ed assegnazione dei posti vacanti;
visualizzazione dei posti vacanti residuati dopo lo svolgimento delle fasi precedenti, ivi incluse le nomine accettate nei precedenti turni di convocazione;
predisposizione e consegna all'aspirante dello stampato con la proposta di assunzione accettata da quest'ultimo e da consegnare al dirigente della scuola scelta, ai fini della successiva stipula del contratto di lavoro a tempo determinato;
rendicontazione e documentazione per l'Ufficio provinciale.

Nell'individuare le scuole idonee a svolgere le predette attività, si dovrà tenere conto dei seguenti parametri:

numero dei posti residui da coprire con supplenze conferibili agli inclusi nelle graduatorie permanenti;
capienza delle suddette graduatorie rispetto ai posti da coprire;
possibilità di accorpamento delle convocazioni per ambiti disciplinari;
idoneità degli ambienti e delle infrastrutture tecnologiche delle scuole (linee telefoniche, collegamenti ad internet, accessi Siweb, fotocopiatrici, apparecchi fax);
disponibilità di personale di segreteria della scuola;
centralità rispetto al territorio provinciale e raggiungibilità della sede scolastica di riferimento;
numero massimo di convocazioni giornaliere gestibili.

Un elemento inoltre che potrà orientare l'individuazione della scuola di riferimento è senza dubbio l'insieme delle condizioni che rendono possibile l'assidua attività di assistenza e consulenza alla scuola da parte dei funzionari del Csa medesimo durante lo svolgimento delle operazioni.

3. Completamento delle attività in carico agli Uffici provinciali
Prima di attivare le scuole di riferimento per la prosecuzione del conferimento delle supplenze agli aspiranti inclusi nelle graduatorie permanenti, i Csa dovranno portare a termine gli adempimenti di propria competenza e provvedere alla definizione del quadro delle disponibilità ai fini del conferimento delle supplenze da parte dei dirigenti scolastici.
Terminate le operazioni in carico agli Uffici provinciali sopra citate, il Sistema elabora le disponibilità residue per ciascuna classe di concorso, tipo di posto e scuola. Una funzione (codice di instradamento: "NOB") di questo Sistema informativo prospetta, per ciascuna istituzione scolastica, l'elenco dei posti risultanti vacanti, suddivisi in annuali e sino al termine delle attività didattiche e, per questi ultimi, sia i posti ad orario intero, sia gli spezzoni orario. Sempre con la stessa funzione l'Ufficio provinciale potrà variare la quantità dei posti annuali e fino al termine delle attività didattiche risultante a questo Sistema informativo, laddove i dati memorizzati dal Sistema non tengano conto di tutte le operazioni disposte dall'Ufficio. I posti risultanti al termine di questa operazione dovranno essere esclusivamente quelli da coprire con le supplenze da conferire a cura delle scuole di riferimento; pertanto, poiché, secondo le disposizioni vigenti, potranno essere conferite supplenze solo su spezzoni orario maggiori di sei ore, gli eventuali spezzoni orario fino a sei ore dovranno essere azzerati.
Occorre evidenziare che la corretta individuazione dei destinatari della proposta di assunzione è correlata al quadro analitico aggiornato dei posti e delle cattedre vacanti, ed alla stabilità delle graduatorie costituite; è quindi requisito essenziale e propedeutico la stabilizzazione dell'organico di fatto, l'effettuazione delle utilizzazioni e delle assegnazioni provvisorie, nonché il conferimento delle supplenze sui posti di sostegno agli aspiranti in possesso del titolo di specializzazione, preventivamente portate a termine e registrate al Sistema informativo dai Csa.

4. Attività degli Uffici provinciali propedeutiche all'operatività delle scuole di riferimento
 
Attività
Operazione
Responsabile
1
Predisposizione delle graduatorie permanenti.  Csa attraverso le funzioni del Sistema informativo.
2
Individuazione delle scuole di riferimento nel caso in cui il Csa non riesca a completare le operazioni di scorrimento delle graduatorie permanenti.
Individuate le scuole di riferimento, si assegnano loro la graduatoria o il gruppo di graduatorie appartenenti al medesimo ambito o ad affini ambiti disciplinari.
Csa.
3
Conferimento delle supplenze sui posti di sostegno; eventuale conferimento di altre supplenze. Csa attraverso le funzioni del Sistema informativo.
4
In data 26 agosto, "fotografia" delle disponibilità ai fini delle assegnazioni delle supplenze determinate sulla base di quanto comunicato al Sistema dal Csa. Sistema informativo.
5
In data 26 agosto, "fotografia" dello stato delle graduatorie ai fini della convocazione degli aspiranti. Sistema informativo.
6
A partire dal 28 agosto, comunicazione delle scuole di riferimento al Sistema informativo e delle graduatorie a loro assegnate. Csa attraverso le funzioni del Sistema informativo.
7
A partire dal 28 agosto, comunicazione del calendario di inizio operazione e/o convocazione degli aspiranti presso le istituzioni scolastiche. Csa attraverso le funzioni del Sistema informativo.
8
A partire dal 28 agosto, richiesta dei prodotti utili all'operatività delle scuole di riferimento (elenchi di lavoro, stampe proposte di assunzione, elenco dei posti disponibili per le supplenze). Csa attraverso le funzioni del Sistema informativo.
9
Entro 3 gg. dalla richiesta di cui al punto 8, produzione dei supporti da fornire alle scuole di riferimento:
cancellazione di eventuali docenti già di ruolo (trasferiti per mobilità) dalle graduatorie provinciali;
elenchi di lavoro desunti dalle graduatorie dopo le operazioni di cui sopra; 
stampa proposte di assunzione predisposte in base alle graduatorie permanenti.
Sistema informativo.
10
A partire dal 28 agosto, verifica, integrazione e convalida dei posti, delle cattedre e degli spezzoni disponibili per le operazioni di supplenza in carico ai dirigenti scolastici nelle scuole di riferimento. Csa attraverso le funzioni del Sistema informativo.
11
Successivamente alla conclusione delle attività di cui al punto 10, diffusione su internet delle disponibilità convalidate dai Csa e dei calendari di convocazione. Sistema informativo.

Le funzioni del Sistema informativo, disponibili solo per gli Uffici provinciali, per lo svolgimento delle attività relative al conferimento delle supplenze da parte delle scuole di riferimento sono presenti al nodo di instradamento: "NO".

5. Attività di reclutamento delle scuole di riferimento
A conclusione delle attività esposte al paragrafo precedente, ciascuna scuola individuata come riferimento, dovrà svolgere con il supporto dei Csa e dei prodotti del Sistema informativo quanto di seguito riportato:

gestione delle convocazioni ed assegnazione delle supplenze annuali e fino al termine delle attività didattiche a partire dalle graduatorie permanenti;
utilizzazione delle graduatorie d'istituto: ogni singola scuola potrà procedere a nominare direttamente gli aspiranti inclusi nelle sue graduatorie, al fine di coprire i posti rimasti ancora disponibili.

6. Predisposizione delle liste di lavoro estratte dalle graduatorie provinciali
Al termine delle operazioni propedeutiche disposte dagli Uffici provinciali, vengono estratte le informazioni utili per predisporre le liste di lavoro da utilizzare per le fasi operative di conferimento delle nomine da parte dei dirigenti scolastici delle scuole di riferimento. Le liste di lavoro sono costituite dalle graduatorie provinciali permanenti, da cui è stato eventualmente eliminato il personale già titolare nella stessa provincia e per la stessa graduatoria.
Si ritiene indispensabile evitare l'inutile trattamento di aspiranti che, pur presenti ancora in graduatoria perché mai depennati dagli Uffici, non hanno interesse ad essere contattati per ottenere la supplenza. Pertanto, le predette liste di lavoro, desunte dalle graduatorie provinciali permanenti, non conterranno:

coloro i quali hanno espressamente manifestato la volontà di essere presenti nelle graduatorie permanenti ai soli fini della nomina in ruolo e non anche ai fini della supplenza;
coloro i quali risultano in graduatoria in posizione superiore all'ultima operazione di nomina effettuata dall'Ufficio scolastico provinciale.

La selezione dei dati per la predisposizione di tali elenchi è effettuata secondo ciò che risulta al Sistema informativo alla data del 26 agosto. Situazioni sopravvenute o accertate successivamente non alterano il quadro iniziale di riferimento in base al quale si svolge l'operazione. Esse, tuttavia, possono essere trattate come esigenze sopravvenute nel corso delle operazioni, fermo restando che il trattamento delle stesse non comporta il rifacimento delle operazioni già disposte.
Le informazioni trattate per ciascun aspirante sono: l'ordine di graduatoria, l'eventuale titolo di riserva, i dati anagrafici, l'indirizzo di recapito ed il numero telefonico, individuati sulla base delle informazioni risultanti sul Sistema informativo.
Effettuata la predetta selezione dei candidati che possono aspirare ad una supplenza, il Sistema informativo ottiene la graduatoria utile per le assunzioni a tempo determinato partendo dalla posizione del primo docente non ancora assunto per l'intero orario di cattedra. Una funzione on-line mostra alla scuola di riferimento, relativamente a ciascuna classe di concorso/tipo posto assegnato, la graduatoria così estratta da quella provinciale permanente di partenza e consente di ricavarne le informazioni per formulare agli aspiranti ivi inclusi le proposte di assunzione, nonché di aggiornare la situazione dell'aspirante contattato in base all'accettazione o meno della proposta.
Nel caso in cui la consistenza della graduatoria non consenta d'individuare un numero di nominativi sufficiente a coprire i posti disponibili, il Sistema evidenzia la circostanza ed i posti non assegnabili saranno gestiti nella fase residuale del processo, utilizzando le graduatorie d'istituto.

7. Fasi operative delle scuole di riferimento e relativi supporti
Le scuole di riferimento inizieranno le convocazioni degli aspiranti a supplenza inclusi nelle graduatorie provinciali permanenti o inizieranno a partire dall'ultimo aspirante convocato a cui è stato assegnato una supplenza ad orario intero.

Calendari delle convocazioni e loro pubblicizzazione
In base al numero di posti da assegnare per ciascuna delle graduatorie affidate alla medesima scuola di riferimento ed in funzione del numero massimo di aspiranti che la stessa scuola è in grado di accogliere giornalmente, si predisporranno gli elenchi delle convocazioni. Tale operazione dovrà essere disposta congiuntamente con i referenti del Csa, in modo che gli stessi possano dare diffusione di tali elenchi utilizzando i tradizionali mezzi di comunicazione dello stesso Ufficio. Tali elenchi devono pervenire in forma elettronica al gestore di questo Sistema per essere divulgati anche attraverso la sezione regionale del sito www.istruzione.it. Le informazioni devono, ovviamente, essere coerenti con quanto comunicato attraverso le funzioni del Sistema informativo. A tali fini viene resa disponibile una funzione che consente di gestire il calendario delle convocazioni presso ogni scuola di riferimento. Il calendario così comunicato sarà divulgato tramite il sito internet www.istruzione.it, attraverso un'applicazione nella quale ciascun interessato, selezionando la provincia di interesse e la graduatoria in cui è inserito, potrà visualizzare la scuola di riferimento che ha in carico le operazioni di assunzione e le date dei turni di convocazione delle rispettive posizioni di graduatoria.

Elenco degli aspiranti ancora nominabili
La segreteria della scuola di riferimento, all'atto della presa in carico dell'operazione, riceverà l'elenco degli aspiranti ancora nominabili e la stampa delle proposte di assunzione già compilate sulla base degli elementi di graduatoria. Quest'ultima stampa potrà essere suddivisa secondo gli elenchi delle convocazioni in modo tale da averne disponibile, ogni giorno, la parte riguardante gli interessati destinatari della proposta di assunzione.

Elenco dei posti disponibili
All'inizio dell'operazione ciascuna scuola di riferimento disporrà dell'elenco delle sedi disponibili, relativamente ai posti ed alle cattedre delle graduatorie di interesse, aggiornato dal Csa a valle delle operazioni disposte da quest'ultimo e registrate a Sistema entro la data utile di cui al calendario sopra riportato.
Successivamente nel corso delle convocazioni, sempre con le funzioni del Sistema informativo, la segreteria scolastica potrà, inoltre, stampare l'elenco delle sedi disponibili aggiornate fino al precedente turno di convocazione.
L'elenco delle sedi disponibili per ciascun turno di convocazione potrà essere affisso nei locali in cui gli aspiranti attendono il proprio turno di scelta, al fine di agevolare l'individuazione delle sedi più gradite rimaste disponibili e accelerare le operazioni di accettazione della proposta di assunzione a tempo determinato.

Modalità di assegnazione della proposta di assunzione
All'aspirante convocato che accetta una sede tra quelle disponibili, verrà consegnata la proposta di assunzione, di cui l'interessato dovrà firmare copia. Tale proposta, che riporta i dati della scuola assegnata, dovrà essere consegnata dal docente alla scuola predetta, il cui dirigente scolastico stipulerà il contratto di assunzione secondo le modalità previste dalla circolare n. 67 del 4 agosto 2004 e lo registrerà attraverso questo Sistema informativo che provvederà all'inoltro informatico al Centro elaborazione dati del Ministero dell'Economia e delle Finanze, al fine di predisporre le attività di liquidazione delle competenze spettanti.
All'atto dell'accettazione della proposta di nomina, la scuola di riferimento registrerà tale informazione mediante l'apposita funzione di questo Sistema informativo, la quale procederà ad aggiornare le basi informative consultabili anche alle altre scuole di riferimento. Ciò consentirà di tener conto delle sedi occupate man mano che gli aspiranti accettano. Qualora ad un aspirante presente in più graduatorie e già destinatario di una proposta di assunzione accettata, venga offerto un posto più favorevole, non sarà possibile registrare la successiva proposta di nomina se prima non sia stata annullata la precedente proposta accettata. Tale criterio non vale per le nomine su sostegno che, per la particolare categoria di alunni a cui si rivolgono, non possono essere annullate. Se già è stato stipulato il contratto, inoltre, occorre che la scuola di riferimento contatti immediatamente la scuola che ha registrato il contratto per farlo annullare. Il mancato annullamento del predetto contratto, tuttavia, non impedisce il prosieguo dell'operazione di assegnazione della proposta di assunzione all'interessato da parte della scuola di riferimento. Dovrà, invece, essere stato effettuato prima che la nuova scuola assegnata registri a Sistema il successivo contratto.
L'annullamento della proposta di nomina può essere comunicato solo dalla scuola di riferimento che l'ha inserita; pertanto, se la precedente graduatoria è gestita da altra scuola di riferimento, quest'ultima deve essere contattata per annullare la proposta di nomina, cosicché l'aspirante risulti di nuovo nominabile ed il posto precedentemente assegnato venga riutilizzato per i successivi turni di convocazione, sempre che quella graduatoria permanente non sia andata nel frattempo esaurita e senza, peraltro, mettere in discussione le nomine nel frattempo disposte.

Elenchi giornalieri delle nomine disposte
Al fine di consentire ai Csa di effettuare le dovute verifiche sull'andamento delle operazioni presso le istituzioni scolastiche di riferimento, saranno predisposte apposite stampe di controllo che riportano l'elenco delle nomine effettuate. Le stampe sono prenotabili per ordine scuola e, nell'ambito della scuola secondaria per classe di concorso, o per intero o per un intervallo temporale indicato dal Csa.
Esse sono ordinate per classe di concorso e riportano l'elenco degli aspiranti nominati, in funzione del tipo di nomina (annuale, fino al termine delle attività didattiche o su spezzoni orari). La classe di concorso sarà associata all'istituto di riferimento che ha gestito il conferimento delle supplenze.
Per ciascun aspirante nominato saranno riportati i dati anagrafici, il codice fiscale, la sede assegnata e, in caso di nomina su spezzoni orario, la quota oraria di ciascuno spezzone.

Conclusione dell'operazione
Ogni scuola di riferimento pubblicherà al proprio albo l'elenco delle assunzioni disposte. Elenchi completi con le assunzioni a livello provinciale saranno prodotti dal Sistema informativo.
I dirigenti delle scuole di riferimento segnaleranno tempestivamente all'Ufficio del Csa eventuali casistiche particolari che l'istituto non sia riuscito a risolvere.
Al termine delle predette fasi di convocazione, tutti i posti e le cattedre che non sarà possibile coprire mediante il processo descritto in precedenza saranno assegnati da ciascun dirigente scolastico attraverso lo scorrimento delle rispettive graduatorie d'istituto.
Si precisa che per le disponibilità annuali e fino al termine delle attività didattiche che sopraggiungano entro il 31 dicembre continua ad operare la scuola di riferimento, nominando dalle graduatorie provinciali.

Monitoraggi
Il Sistema informativo metterà a disposizione dell'Amministrazione centrale e periferica alcuni prodotti di verifica sullo stato di avanzamento dei lavori, elaborati in base ai dati inseriti sia dagli Uffici provinciali, sia dalle singole istituzioni scolastiche.
Tali prodotti saranno quotidianamente reperibili nella sezione monitoraggi all'interno del panel "avvio dell'anno scolastico" presente nel sito intranet.


HOME Home Page

Web Counter dal 1/5/1999 Visite dal 1/5/1999